News

La Stramilano

Domenica 29 Marzo la città della Madonnina ospiterà la quarantaquattresima edizione della Stramilano, la manifestazione podistica che una volta all’anno popola le vie del capoluogo lombardo.

Nata nel 1976 per idea di Renato Cepparo, già autore e reduce della passeggiata non competitiva Milano-Proserpino dell’anno precedente, la manifestazione sportiva si accende ogni primavera e ospita un enorme numero di partecipanti. La corsa offre l’occasione di partecipare sia ad atleti professionisti che ad amatori più o meno allenati. Saranno difatti tre le modalità di partecipazione.

La prima è la Stramilano dei 50mila: da anni i partecipanti oscillano infatti intorno a una media stabile di cinquantamila corridori. Il percorso comincerà alle 9 da Piazza Duomo, per chiudersi poi all’Arena Civica dopo i dieci chilometri corsi a ritmo libero.

Per i più giovani prenderà piede invece la Stramilanina, in cui gli junior percorreranno cinque chilometri con l’accompagnamento di adulti.

Intorno alle 11 di domenica comincerà invece la corsa riservata agli atleti professionisti, la Stramilano Half Marathon, che da Piazza Castello percorrerà 21,097 chilometri fino a terminare anch’essa all’Arena Civica.

Lo sponsor tecnico è sempre lo storico marchio Asics, che anche quest’anno accompagnerà la manifestazione con il solito entusiasmo. Che non potrebbe essere altrimenti, vista la grande visibilità e l’enorme partecipazione dell’evento di cui il leader del running in Italia sarà protagonista.

L’iscrizione, aperta a tutti, costa 12 euro e si può effettuare online, o nei centri Stramilano ad hoc fino al giorno della partenza. Lungo i vari tragitti saranno dislocati punti di ristoro, servizi di vario tipo, e troupe sanitarie, e in aggiunta ogni atleta che si iscrive con anticipo potrà avere a disposizione accessori per la corsa come la t-shirt della manifestazione, il pettorale con il numero di gara, il magazine, fotografie e altro, tra gadget dello sponsor e informazioni utili.

A prescindere dal contenuto sportivo, un ben palcoscenico per la Milano che si appresta ad ospitare l’Expo, e il fermento del centro storico della città meneghina.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*