News

Nils Frahm e la Modern Classical in Italia

Un gran numero di performer e professionisti dell’espressione, in qualunque epoca, in qualunque campo dell’arte, ha passato varie fasi e periodi creativi, prima di trovare quello che faceva per lui, o per cui forse lui era fatto.
Sono gli artisti della rottura, quelli che imparano la tecnica e la storia del loro mezzo espressivo meglio di chiunque altro, e che poi semplicemente lo mettono nel cassetto. In attesa di qualcos’altro. Entrano in terreni paludosi, fuori dai sentieri dell’accademia e dei manuali, finché un giorno non trovano la loro via. Che spesso stona con quello che c’era prima, ma che li rende grandi, lontani da ogni rassicurante mediocrità.
È stato così per i maestri della pittura del XX secolo, da Picasso, a Mondrian, a De Chirico; ma anche per gli scultori, gli scrittori, i musicisti.
Nils Frahm è un pianista tedesco la cui vita è intessuta da sempre, fin da giovanissimo, di musica. Legato da un filo diretto ideale a Tchaikovsky, da piccolo imparò a suonare il pianoforte da Nahum Brodski, il quale studiò a sua volta dall’ultimo alunno dell’epocale compositore russo dell’800.
Una conoscenza tecnica del mezzo che deriva quindi da un’eredità ingombrante, basata sulla più alta tradizione musicale dei grandi classici. Ma Nils Frahm non è un semplice pianista di musica classica, lui, come l’italiano Giovanni Allevi, è uno di quegli artisti che fa sua l’arte solo per poterla superare con un mezzo espressivo diverso e personale.
Nato dell’82, sono passati solo dieci anni dal suo esordio discografico, e già vanta un numero di pubblicazioni e collaborazioni discografiche di tutto rispetto.
Oggi Nils Frahm ha superato il fregio di enfànt prodige e si può già considerare tra i più rilevanti esponenti della modern classical. Musicista e compositore, è oggi anche un produttore nel suo Durton Studio di Berlino, fondato nel 2008.
Il 3 e il 4 Maggio approda in Italia, dove porterà il suo distintivo mix di piano e musica elettronica, in un ponte tra storia e modernità.

Di seguito i due appuntamenti:

3 maggio Segrate (Mi), Circolo Magnolia
4 maggio Bologna, Locomotiv Club
Acquista ora il tuo biglietto!
Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento!

2 Comments on Nils Frahm e la Modern Classical in Italia

  1. Adoro questo ragazzo!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*