News

La Apple bloccherà le fotocamere dell’iPhone e Ipad durante i concerti?

apple

La Apple ha in questi giorni depositato un brevetto per un sistema a raggi infrarossi in grado di bloccare la fotocamera degli iPhone e iPad durante i concerti come all’interno di musei, aeroporti e scuole.

Estate, tempo di concerti ed eventi all’aria aperta, su eventa trovate un ampio ventaglio di proposte per ogni giorno
dell’anno, dalla discoteca al concerto rock, dalla festa in spiaggia ai grand i concerti negli stadi. A proposito di musica, in questi giorni ci si interroga su come sia cambiato il modo di ascoltarla, non solo con la petizione contro il colosso Google-Youtube, ma anche con l’ultima news della Apple che si è schierata con gli artisti per proteggerne il copyright.

Un tempo le foto ai concerti e in vacanza si scattavano con le macchine usa e getta e spesso i risultati non erano quelli
aspettati ma con il progresso tecnologico i cellulari sono diventati rapidamente “smart” e oggi inglobano al loro interno piccoli computer tascabili e sono diventati vere e proprie videocamere da passeggio. Da qui l’aumento esponenziale di selfie e filmati durante i concerti come all’interno di musei ed eventi di ogni tipo.

La Apple ha depositato il brevetto per un sistema a raggi infrarossi in grado di oscurare le fotocamere di iPhone e iPad durante gli eventi. I primi a essere favorevoli a questa idea saranno senz’altro gli artisti, in molti infatti hanno a più riprese lamentato l’abuso di smartphone e tablet durante i loro concerti. Tra questi ha fatto scalpore Adele che, durante una sua recente esibizione all’Arena di Verona, ha rimproverato una fan che la riprendeva con un tablet a breve distanza ribadendo che il bello dei concerti è godere della musica dal vivo senza guardarla attraverso uno schermo. Tra gli altri artisti che spesso lamentano l’eccesso di smartphone ci sono l’italiana Gianna Nannini, Kate Bush e molti altri a cui si aggiungono le case discografiche. Un dato di fatto è che la fruibilità della musica è radicalmente cambiata: diventata liquida, sta rivoluzionando il mercato musicale. Le piattaforme streaming come Spotify e iTunes hanno ormai quasi completamente soppiantato il mercato del cd fisico, lasciando spazio solo ai collezionisti molti dei quali acquistano in vinile.

Il brevetto Apple risale al 2011 e con ogni probabilità godrà del supporto strategico di case di produzione, artisti e organizzatori d’eventi; se andrà in porto creerà senz’altro un’accesa polemica e avrà dalla sua la legge sulla tutela del diritto d’autore che vieta di scattare foto o girare video ai concerti e in molti musei.

D’altro canto l’avvento di Streamago, Periscope e Facebook Live vanno incontro ai fans permettendo loro di trasmettere in diretta sui propri social. Alcuni si chiedono se il brevetto Apple non vada contro il libero arbitrio dei possessori di smartphone e tablet, insomma, un bell’enigma!

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Siae verso il baratro? Continuano le polemiche... -

Leave a comment

Your email address will not be published.


*