News

Il Festival dell’Oriente

A Milano si è concluso pochi giorni fa il Festival dell’Oriente 2015, una bella manifestazione all’insegna della multiculturalità, purtroppo non troppo pubblicizzata ovunque.

Il Festival va avanti da ormai qualche anno, e vanta un ottimo seguito di pubblico, portando con sé un naturale entusiasmo che passa dagli organizzatori, agli interpreti, per riversarsi su spettatori sempre più eterogenei.

La manifestazione dura diversi giorni e ogni giorno si ripetono gli spettacoli e le esibizioni in modo da permettere la visita della fiera in una giornata, dalle 10.30 alle 22.30, al prezzo di 10 euro.

L’evento inoltre mescola insieme tutti i paesi più remoti e affascinanti del continente asiatico: India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malesia, Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Birmania, Tibet… il tutto offrendo un’esperienza multisensoriale che va dalle musiche agli assaggi, dalle danze, i colori, gli abiti, alla lotta, i profumi, i rituali antichi.

https://www.youtube.com/watch?v=ppVigLijcb8

Nel microcosmo del Festival, vi segnaliamo alcuni tra i microeventi che troviamo più affascinanti:

1) La Cerimonia del Tè giapponese.

Il Cha No Yu è una cerimonia sociale, una tradizione antica della preparazione del Tè verde giapponese, bevanda quasi sacra e dalle proprietà benefiche, che si beve rigorosamente senza zucchero.

2) La Danza Odissi.

La Danza Odissi è una danza di tradizione indiana, molto raffinata e seducente, volta a unire l’umano e il divino attraverso le movenze del corpo.

3) La Danza Dervisci.

Un’altra danza di tradizione indiana, con un forte legame spirituale che ambisce all’armonizzazione del corpo con la natura circostante.

4) Vassago.

Uno spettacolo poliedrico, incentrato sul conflitto e l’unione tra gli opposti. Mescola l’acqua col fuoco, e le diverse visioni del Tantra e del Taoismo.

5) Il Guzheng.

Il Guzheng è uno strumento antichissimo cinese, su cui si regge una particolare musica della tradizione locale. La sua storia dura quasi 3000 anni, e i preziosi strumenti sono suonati da artisti giovani e di talento.

 

Gli eventi sono però veramente tanti, e lasciamo a voi lo scoprirli tutti a Bologna, nel doppio appuntamento che ospiterà la tredicesima edizione del Festival dell’Oriente dal 12 al 14 e dal 19 al 21 Giugno.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*