News

Musica per le feste, quando si deve pagare la SIAE?

siae

Vuoi organizzare una festa, un free drink o il concerto del tuo gruppo preferito? Bene prima di tutto devi sapere cos’è la Siae e come muoverti per ottenere i permessi per l’evento che stai mettendo su.

Che cos’è il permesso SIAE?

Il permesso SIAE è l’autorizzazione per l’esecuzione di musica protetta dai diritti d’autore che devono essere versati agli autori delle opere. Qualsiasi festa, concerto, esibizione in un locale pubblico deve avere un permesso SIAE. I locali pubblici non sono solo bar, pizzerie, pub, discoteche ma anche le sale in affitto per feste, free drink, concerti ed eventi.

In pratica il diritto d’autore non si paga solo quando: si organizza una festa all’interno delle proprie mura domestiche e senza introito e quando l’autore del brano è scomparso da 70 anni. I pezzi andranno comunque comunicati alla SIAE con titolo e autore. Quando si organizza un concerto, per esempio, se si sceglie musica di autori scomparsi da 70 anni o più non si pagherà nessun diritto SIAE. 

Come si richiede un permesso SIAE?

L’organizzatore dell’evento è colui che deve pagare il permesso SIAE, dovrà quindi recarsi nell’ufficio SIAE dell’area in cui si trova il locale dell’esibizione, qui trovate l’elenco degli uffici territoriali. Se state organizzando una festa a Milano ma siete a Roma, sappiate che non è possibile sbrigare la pratica Online e che dovrete andare fisicamente nell’ufficio in questione; in alternativa potete fare una delega compilando un modulo da presentare in allegato alla copia della carta di identità di delegante e delegato. Il permesso può essere fatto sino al giorno prima dell’evento anche se per questioni burocratiche vi consigliamo di muovermi con almeno 4 o 5 giorni di anticipo.

Cosa viene richiesto nello specifico nei documenti SIAE?

  • Data e ora dell’evento
  • Indirizzo e nome del luogo dell’evento
  • Numero massimo di partecipanti 
  • Costo dell’evento
  • Pagamento diritti d’autore anticipata e forfettaria:
  1. Categoria della location dell’evento
  2. Invitati previsti (da 1 a 101, da 101 a 150, da 151 a 200 ecc..) con aumento di 50 euro man mano che il numero dei partecipanti sale di fascia.
  3. Tipo di musica (dj set, concerto ecc…)

Per una serata in un locale di prima categoria con 100 ospiti e musica da ballo  il costo è attorno ai 190 euro, il costo è più esiguo per la musica di sottofondo, circa il 30% in meno.  A questo punto la Siae, dietro cauzione, vi consegnerà il permesso spettacoli e intrattenimenti da esibire qualora si presenti un controllo durante l’evento, il borderò in cui trascrivere gli autori e i titoli delle canzoni eseguite durante la serata; quest’ultimo dev’essere compilato sia dall’organizzatore, nell’apposita sezione sia dai musicisti che dovranno trascrivere nell’apposito spazio i propri dati al termine dell’evento. Il borderò compilato dovrà essere riconsegnato all’ufficio Siae che vi restituirà la cauzione. Consultate la tabella delle tariffe per farvi un’idea dei costi. Gli artisti devono essere iscritti all’Enpals che permette loro di esibirsi altrimenti risulteranno lavoratori in nero.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*