News

Cinema Centrale di Milano, il più vecchio multisala d’Italia

Il Cinema Centrale è il più vecchio cinematografo di Milano ancora in attività, inaugurato nel 1907 è tra i primi multisala d’Italia con le sue 2 piccole sale che oggi contano rispettivamente 120 e 90 posti.

Il cinema centrale di Milano è a sua volta accolto in un edificio storico, la bramantesca Casa de’ Grifi edificata nel 1480 dall’allora archiatra ducale Ambrogio Grifi.  Il cinema inizialmente si chiamava Mondial ma nel 1942 il nome fu modificato in Centrale. I prezzi iniziali erano di 20 Lire per i primi posti e di 10 Lire per i secondi, si proiettavano brevi filmati e l’apertura giornaliera copriva l’orario compreso dalle ore 14.00 alle 23.00.

Dagli anni ‘50 il Cinema Centrale è diventato di uso popolare con proiezioni continuate dalle ore 10 del mattino. Il costo dell’ingresso era di 150 lire per la visione di due film e sino al luglio 1976 è stato uno dei pochissimi cinema con apertura mattutina. In quegli anni il Centrale è passato alla programmazione d’Essai mantenendo il solo orario pomeridiano delle proiezioni.

Il Centrale ospita spesso le scuole, interessate alla particolare programmazione proposta. Grazie all’accordo con la distribuzione, il cinema propone la Prima Visione spesso in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Tra i riconoscimenti ottenuti dal Cinema  Centrale ci sono:

  • Qualifica di sala d’Essai
  • Membro della Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE)
  • Qualifica schermi di Qualità
  • Membro di Europa Cinemas
  • Riconoscimento del Comune di Milano quale Bottega Storica

 

La Casa dei Grifi

L’edificio in cui è sorto il Cinema Centrale è stato dimora della casata dei Grifi, una famiglia di esattori delle gabelle per conto della famiglia Sforza. I Grifi hanno dato i natali ad alcuni personaggi storici importanti come Leonardo, arcivescovo di Benevento e autore di poemi e suo fratello Ambrogio, archiatra alla corte di Ludovico il Moro, cui è dedicata una cappella in San Pietro in Gessate.

L’edificio è stato costruito alla fine del 1400 in uno stile vicino al Bramante e conserva al suo interno una delle corti in stile rinascimentale meglio preservate di tutta Milano. Il cortile rettangolare conserva ancora il portico bramantesco al pian terreno e la decorazione è attribuita a Benedetto Briosco, come anche il sepolcro di Ambrogio Grifi in San Pietro in Gessate.

Il Cinema Centrale di Milano da oggi è in partnership con la Svagobox Eventa al momento distribuita solo nella città di Milano.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*