News

The last Supper, Leonardo rivisitato in mostra a Milano

Ultime due settimane per visitare la mostra The last last supper-Leonardo e la visione ritrovata, a cura di Antonio d'Avossa, nello Spazio Eventi del Grattacielo Pirelli.

andy Warhol The last Supper

Ancora due settimane per vedere la mostra THE LAST LASTSUPPER_Leonardo e la visione ritrovata, a cura di Antonio d’Avossa nel grattacielo Pirelli a Milano.

La mostra The Last Supper è divisa in due sezioni: nella prima ospita interessanti riproduzioni a opera di Braun, Morghen e Stang risalenti all’ottocento e di proprietà dell’accademia di Brera. La seconda parte è invece dedicata alla rivisitazione contemporanea del cenacolo di Leonardo per mano di moltissimi artisti quali David La Chapelle, Andy Warhol, Uli Weber, Federico Bozzano e tanti altri che hanno riproposto l’ultima cena in una versione talvolta distorta e ribaltata dai risvolti interessanti.

La mostra The Last Supper è stata promossa dalla Regione Lombardia in collaborazione con l’associazione Flangini e l’accademia di Brera. L’associazione Flangini opera da anni  nella promozione delle Arti Visive sia in Italia che all’estero. L’esposizione è inoltre stata organizzata con la collaborazione di Radio Djdella quale è esposta una gigantografia scattata da Uli Weber in occasione del trentesimo compleanno della Radio e in cui sono ritratte tutte le personalità che l’ hanno portata al successo, da Linus a Elio e le Storie Tese, tutti seduti al celebre tavolo di Leonardo.

Tra le opere esposte in The Last Supper, molto interessante è La visione ritrovata di Federico Bozzano che ha ricostruito in digitale  l’ultima cena di Leonardo com’era alle origini e dando una visione veritiera di come l’affresco era in origine.

2 Comments on The last Supper, Leonardo rivisitato in mostra a Milano

  1. Vista, belle le rivisitazioni. Quella di radio Dj spacca!

  2. Ravecca Massimo // August 1, 2015 at 7:24 pm // Reply

    Le mani di Gesù dipinte da Leonardo nel Cenacolo, uniche nel dipinto in posizione asimettriche, (Non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra; Mt 6,3), la destra con la palma verso il basso e l’altra verso l’alto indicano che Gesù era ambidestro come naturalmente era Leonardo e in parte Michelangelo Buonarroti? Caratteristica che si somma ad una intelligenza simile e a un volto somigliante nella maturità. Cfr. ebook (Amazon): Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*