News

Stop and Go. L’arte delle GIF animate

STOP AND GO. L'arte delle gif animate

Dallo scorso 6 aprile sino al 22 luglio, allo smART – polo per l’arte in piazza Crati di Roma, sarà possibile visitare STOP AND GO: L’arte delle gif animate a cura di Valentina Tanni e Saverio Verini.

Cosa sono le GIF?

GIF è acronimo di Graphics Interchange Format, ovvero immagini digitali in movimento, inventate dalla società CompuServe a fine anni ‘80. Le GIF, molto diffuse negli anni ‘80 e ‘90 sono brevi video animati molto leggeri e compatibili con le lentissime connessioni internet dell’epoca. Con le moderne connessioni e con la nascita di Youtube le GIF hanno poi perso la loro funzionalità.

La mostra

STOP AND GO accosta il mondo dell’aArte alle GIF animate, esplorandone il curioso e interessante uso artistico per offrire un’ampia prospettiva del diverso impiego di questa tecnica. Negli ultimi anni con il rinnovato interesse per il vintage informatico sono tornate in voga soprattutto sui social network sotto forma di Reaction gifs che mostrano espressioni di stupore, gioia… Recentemente alcuni artisti hanno cominciato a sfruttare il formato GIF per creazioni artistiche come gli otto artisti presenti alla mostra a Roma:

  • Bill Domonkos
  • Zack Dougherty
  • Carla Gannis
  • James Kerr
  • Lorna Mills
  • Roberto Fassone
  • Marco Calabrese
  • Alessandro Scali
  • Chiara Passa

L’allestimento dinamico della mostra consente alle opere di essere trasferite all’interno dello spazio espositivo che ne esalta le peculiarità. Nel mese di maggio è previsto un incontro tra il pubblico e i due curatori, Valentina Tanni e Saverio Verini, per approfondire il rinnovato interesse dell’arte e del web per le gif animate; nel corso del dibattito interverranno anche alcuni artisti presenti all’interno della mostra con le loro opere che spiegheranno approfonditamente i loro lavori. Si terrà inoltre un interessante corso sulla creazione delle GIF animate a cura del gruppo di Torino Okkult Motion Pictures durante il periodo di apertura di STOP AND GO.

Molto popolari negli anni Novanta, le gif sono state poi sostituite da software più moderni come Flash e successivamente dai video.
È proprio in corrispondenza di questo declino, tuttavia, che il loro uso artistico si è fatto più intenso. Gli artisti apprezzano infatti questo formato per la leggerezza, l’accessibilità, la flessibilità e la tangenza con i mondi della fotografia e del cinema.
La nascita e la diffusione dei social network ha favorito negli ultimi anni una diffusione massiccia e virale delle gif, utilizzate non solo come piattaforma creativa, ma anche come elemento linguistico all’interno delle conversazioni online, al pari delle più note emoticon.

La mostra STOP AND GO. L’arte delle gif animate intende esplorare l’uso artistico di questa tecnologia, offrendo un panorama ampio e diversificato dei diversi approcci attualmente adottati dalla comunità artistica internazionale.(Cit. Stop and Go)

Leave a comment

Your email address will not be published.


*