News

Personaggi e protagonisti: incontri con la Storia® Colpevole o Innocente? a cura di Elisa Greco. Sul banco degli imputati Marilyn Monroe

Fonte: https://www.eventa.it/eventi/milano/marilyn-monroe-colpevole-o-innocente-

personaggi e protagonisti: incontro con la storia

Un nuovo appuntamento al Teatro Carcano di Milano per il format “Personaggi e protagonisti: incontri con la Storia® Colpevole o Innocente?”, lunedì 28 novembre alle 20,30 a cura di Elisa Greco.
Patrocinato dall’Associazione Nazionale Magistrati di Milano e dall’Ordine degli Avvocati, lo spettacolo sarà un vero e proprio dibattimento processuale dove vicende e personaggi saranno guidati non solo dal codice penale e dal raziocinio, ma anche dai ricordi, dalle testimonianze e racconti che subiscono il trasporto dell’animo umano.
L’invito agli spettatori è di non essere osservatori passivi, quanto piuttosto fregiarsi del ruolo di Giuria Popolare per emettere un verdetto finale e dichiarare i personaggi in questione colpevoli o innocenti.

Dopo il consenso di pubblico e critica delle scorse edizioni, nonché dell’ultimo spettacolo dedicato alla politica del controverso ex-premier Bettino Craxi, a salire sul banco degli imputati sarà -nientedimeno- l’immortale ultima diva Marilyn Monroe. Al secolo Norma Jeane Baker, la donna che pur di entrare nello sfavillante e patinato mondo cinematografico accettò di cambiare nome, modificare i suoi connotati e lanciare la sua immagine di sex symbol in quella Hollywood dalle mille promesse e speranze, proprio alla fine della sua età d’oro.

Posto unico numerato euro 10,00
Tel. 02 55181377 – 02 55181362
info@teatrocarcano.com – www.teatrocarcano.com

Biglietti su:
www.vivaticket.it
www.ticketone.it
www.happyticket.it
www.geticket.it 
www.bookingshow.com

 


Ma chi era la donna Norma Jeane Baker?

La Monroe colloca la sua presenza in quell’alta società losangelina ben lontana dalle sue origini e ideali e lo fa in un periodo di grande crisi d’inventiva di quel mondo, in contemporanea al declino di grandi attrici del calibro di Bette Davis, Gloria Swanson o Joan Crawford le quali ormai si definiscono attraverso i ruoli che interpretano, riducendo la propria immagine ad una percezione esterna che non mostra più i loro lati umani e individuali.
Dopo il capolavoro “Giungla d’asfalto” di John Huston, Marylin si confronterà, seppure in un ruolo minore, in “Eva contro Eva” proprio contro la magnifica Bette Davis.

La Monroe, artisticamente parlando, è ricordata soprattutto per le commedie dove interpreta la parte della sprovveduta e svampita, per quanto voluttuosa e seducente (come dimenticare “Come sposare un milionario”, “A qualcuno piace caldo”, “Quando la moglie è in vacanza”?), ma ha saputo imporsi come attrice drammatica in perle come “La magnifica preda”, “Niagara” e in particolare “Gli spostati” sempre diretto da Houston e scritto dal marito Arthur Miller.
Qui la femme fatale lascia il posto ad una donna risoluta, dal carattere forte e determinata ad ottenere quello che vuole senza lasciarsi travolgere da uomini rinchiusi nella loro ostentata virilità e sicumera, bensì si contrappone a loro annientando quell’immagine di supremazia sessuale che all’inizio degli anni ’60 appariva ormai anacronistica.

Il privato di Marilyn Monroe diventa però di dominio pubblico: l’abuso d’alcool, la depressione, l’impossibilità di avere figli, i tre mariti, la relazione con i Kennedy divvenero gli unici temi d’interesse nelle testate giornalistiche e sui tabloid scandalistici. Un colpo di microfono sulla testa di Monroe, dopo un intervento medico, è la materializzazione dell’invadenza dei media nella sua vita sino al mesto quanto prevedibile suicidio, ancora oggi oggetto di discussione.

 

 

Fonte: https://www.eventa.it/eventi/milano/marilyn-monroe-colpevole-o-innocente-

 

Leave a comment

Your email address will not be published.


*