News

Galleria Borghese a Roma

Il parco di Villa Borghese è un gigantesco polmone verde nel cuore metropolitano di Roma. Estesa per 80 ettari, vanta nove ingressi differenti e arriva dalle Mura Aureliane ai quartieri novecenteschi di Salario e Pinciano.

È una delle massime espressioni paesaggistiche e culturali dell’Urbe, e la più importante tra le grandi ville romane. Soprannominata Parco dei Musei, è un tesoretto di vegetazione, statue, fontane, piazze, e strutture museali.

Il parco unisce l’arte alla botanica, laghetti, giardini all’italiana, il barocco al neoclassico, e costituisce uno snodo di vita quotidiana amatissimo dai romani, oltre che dai turisti.
All’interno di quest’anima verde, spicca per grandezza ed eleganza la Galleria Borghese, la più importante e ricca tra tutte le strutture museali all’interno del parco.

La villa risale all’inizio XVII secolo ad opera del Cardinale Scipione Borghese, che la fece costruire per adibirla alla propria collezione privata d’inestimabili tesori artistici. Per questo motivo la raccolta non segue una rigida logica tematica o cronologica, ma è espressione del gusto personale del Borghese.

Le opere esposte, nonostante il nucleo fondamentale sia quello risalente al Cardinale vissuto a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, ha comunque subito molte modifiche nel corso dei tre secoli successivi: varie opere sono uscite dalla raccolta, e altre vi sono entrate.
Tra quelle in uscita, un gran numero di statue, bassorilievi, busti, colonne e vasi vendute ad inizio ‘800 da Camillo Borghese a Napoleone Bonaparte, opere poi sostituite nel giro di pochi decenni da altri ritrovamenti nelle cantine e in altre dimore di famiglie, oltre ai reperti dei nuovi scavi archeologici.

I periodi storici coperti dall’esposizione sono prevalentemente quello rinascimentale e contemporaneo (all’epoca del Cardinale), e la sua grande passione per l’arte antica si palesa col gran numero di sculture antiche presenti nell’esposizione, a differenza invece della poco amata arte medioevale.

Tanti e di gran valore i capolavori visibili al pubblico di oggi: tra i pittori di maggior fama e prestigio certamente Raffaello, Tiziano, Correggio e Caravaggio, mentre tra gli scultori emergono tra tutti il Bernini, con il Ratto di Proserpina, l’Enea, Apollo e Dafne, il David; e il Canova, con la sua Venere Vincitrice.

La Galleria Borghese è aperta al pubblico tutto l’anno, ad eccezione del lunedì, del 25 Dicembre e del 1 Gennaio.

Biglietti acquistabili qui.

4 Comments on Galleria Borghese a Roma

  1. Claudia S. // March 17, 2015 at 9:43 am // Reply

    Ciao, adoro Roma ma la galleria non l’ho mai vista. Devo andarci questo weekend, spero proprio di farci un salto!
    bell’artciolo. Ciao

  2. Ciao Claudia, grazie per il commento!
    La Galleria merita, e merita tantissimo anche l’immenso parco di Villa Borghese.
    Buon weekend, torna a leggerci!

  3. Consiglio le domeniche al parco!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*