News

Caravaggio e i Caravaggeschi a Sassari

Dopo la mostra di Mantova dedicata alla follia di cui vi abbiamo parlato di recente, Vittorio Sgarbi torna a inaugurare un altro progetto interessante, e di respiro internazionale.

Giovedì 26 Giugno a Sassari è la volta infatti di La pittura di realtà. Caravaggio e i Caravaggeschi, curata dal critico d’arte più eccentrico d’Italia e organizzata dal Comune di Sassari, orgoglioso di essersi portato a casa fino al 30 Ottobre un patrimonio notevole sia sul piano artistico che su quello economico e mediatico.

L’esposizione ruota intorno al suo pezzo forte: la Medusa Murtola è uno dei capolavori del periodo giovanile del Caravaggio, ed è un autoritratto fatto in giovane età che mescola le fattezze dell’artista con la raffigurazione mitologica della Medusa, la donna con il capo irto di serpenti. La qualità dell’opera è notevole, sia per i dettagli che per la forza espressiva e cromatica del volto che drammatizza i lineamenti del giovane Michelangelo Merisi, detto poi il Caravaggio.

L’opera inoltre è celebre per i dubbi che sollevò riguardo la sua autenticità, e che ora sembrano superati dal riconoscimento definitivo dell’originalità del dipinto.

Dal pezzo del Caravaggio si dipana il percorso tematico della mostra; dalla Murtola si prosegue quindi per il nuovo realismo inventato dal pittore italiano, che si snoda attraverso tanti artisti più o meno direttamente influenzati da lui, senza che però entrassero mai nell’albo dei suoi allievi.

Le trenta opere in questione sono di ampio respiro e vanno dall’esperienza fiamminga di Hendrick ter Brugghen e Hendrick van Somer, allo spagnolo Jusepe de Ribera, detto lo Spagnoletto, impressionante per densità e forza del suo realismo.

Oltre a loro anche Giocchino Assereto, Giovan Battista Caracciolo, il Monrealese, Giovanni Francesco Guerrieri, Giovanni Serodine, il Vermiglio. Tutti artisti definiti Caravaggeschi per i forti legami espressivi con il linguaggio pittorico di Michelangelo Merisi, ma che non furono né suoi allievi né manieristi, ma veri e propri artisti di prima fascia legati a lui da una visione comune che avrebbe poi gettato le basi per la pittura del futuro.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Lascia un commento!

5 Comments on Caravaggio e i Caravaggeschi a Sassari

  1. bellissima cosa, non ne avevo idea, io son di cagliari ma andrò senz’altro!

  2. Mattia Pinna // June 24, 2015 at 1:52 pm // Reply

    Si merita di certo un viaggetto fino a Sassari!

  3. meraviglia?

  4. Pronto a partire // July 2, 2015 at 1:03 pm // Reply

    Ho letto recensioni contrastanti, son tutti minoi i caravaggeschi? mmm vabbè se non la vedo non posso sapere. Vengo apposta da Palermo.

  5. Mattia Pinna // July 10, 2015 at 10:57 am // Reply

    A me è piaciuta parecchio. Sono una ventina di opere e si vede in fretta, ma sono presenti Caravaggeschi di tutto rispetto, tra cui Ribera e Guerrieri!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*